Proposta di articolazione del bilancio sociale

22 Apr , 13 Proposta di articolazione del bilancio sociale

Salvo che per alcuni casi particolari espressamente previsti dalle normative, il bilancio sociale rappresenta ancora oggi un documento volontario.

Nonostante ciò sono sempre di più le organizzazioni che redigono questo documento, anche se non sempre realizzato con il rigore necessario per essere considerato un report globale di gestione.

Pur non essendoci normative vincolanti, molteplici sono gli interventi a livello nazionale e internazionale che sanciscono principi e linee guida.

Tra queste si evidenziano:

  • Principi di redazione del bilancio sociale del Gruppo di studi per il bilancio sociale (GBS, Gruppo di studio per il bilancio sociale, Principi di redazione del bilancio sociale, 2001 e documento di ricerca n. 10, La rendicontazione sociale per le aziende non profit, 2009) www.gruppobilanciosociale.org ;
  • Linee guida Global Reporting Initiative (GRI, Linee guida per il reporting di sostenibilità, 2011, versione 3.1) www.globalreporting.org ;
  • Standard AccountAbility AA 1000 (AccountAbility, AA1000 Series, 2005, 2008, 2011) www.accountability.org ;
  • Linee guida del Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il volontariato (CSVnet, Linee guida per la redazione del bilancio di missione e del bilancio sociale delle organizzazioni di volontariato, 2008) www.csvnet.it;
  • Linee guida dell’Agenzia per il Terzo Settore (Agenzia per il terzo settore, Linee guida per la redazione del bilancio sociale delle organizzazioni non profit, 2010) www.lavoro.gov.it ;

Nel rispetto dei principi e linee guida sopra evidenziati, si definisce, nello schema che segue, una proposta di articolazione di bilancio sociale pensato con riguardo ad un’organizzazione non profit e finalizzato a riflettere chiaramente il percorso di programmazione e controllo, in coerenza con i riferimenti sopra indicati.

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *