5 per mille 2013: Aperti i termini per l’iscrizione agli elenchi dei beneficiari

04 Apr , 13 5 per mille 2013: Aperti i termini per l’iscrizione agli elenchi dei beneficiari

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 6/E del 21 marzo 2013 individua le modalità e i termini di presentazione della domanda del 5 per mille per l’esercizio finanziario 2013 per gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche. Sostanzialmente nulla è variato rispetto alle disposizioni dell’anno passato, né con riferimento ai soggetti ammessi al beneficio, né riguardo alle modalità di trasmissione della domanda, né relativamente ai termini di invio.

 

Soggetti ammessi al beneficio

Sono ammessi al beneficio del 5 per mille:

  1. Gli enti del volontariato, ovvero:
    • le organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte nell’Anagrafe delle ONLUS;
    • gli enti ecclesiastici delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese e le associazioni di Promozione Sociale le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’Interno iscritti nell’Anagrafe delle ONLUS in quanto ONLUS parziali, cioè limitatamente alle attività svolte nell’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale nei settori di attività elencati all’articolo 10, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460;
    • le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri del volontariato di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266;
    • le organizzazioni non governative riconosciute idonee ai sensi della legge 26 febbraio 1987, n. 49, iscritte presso il Ministero degli Affari Esteri;
    • le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381, iscritte nell’Albo nazionale delle società cooperative istituito con Decreto del Ministro delle attività produttive del 23 giugno 2004, nonché i consorzi di cooperative con la base sociale formata per il cento per cento dalle stesse cooperative sociali;
    • le associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali previsti dall’articolo 7 della legge 7 dicembre 2000, n. 383;
    • le associazioni e fondazioni di diritto privato, iscritte nel registro delle persone giuridiche, che operano senza fine di lucro negli stessi settori di attività delle ONLUS elencati all’articolo 10, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460.
  1. Le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Comitato olimpico nazionale italiano a norma di legge, che svolgono una rilevante attività di interesse sociale, nella cui organizzazione è presente il settore giovanile, affiliate alle Federazioni sportive nazionali o alle Discipline sportive associate o agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, che svolgono prevalentemente una delle seguenti attività:
    1. avviamento e formazione allo sport dei giovani di età inferiore a 18 anni;
    2. avviamento alla pratica sportiva in favore di persone di età non inferiore a 60 anni;
    3. avviamento alla pratica sportiva nei confronti di soggetti svantaggiati in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.

 

Modalità di trasmissione 

Come ogni anno, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione il software di compilazione della domanda, scaricabile direttamente dal sito www.agenziaentrate.gov.it.

La domanda deve essere presentata all’Agenzia delle entrate esclusivamente in via telematica attraverso due modalità alternative:

  1. direttamente dai soggetti interessati, abilitati ai servizi telematici e in possesso di pin code
  2. tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica secondo le vigenti disposizioni di legge (professionisti, caf, ecc.).

 

Termini di trasmissione della domanda

 La domanda può essere trasmessa a partire dal 22 marzo 2013, entro il 7 maggio 2013.

Entro il 1° luglio 2013, invece, deve essere spedita la dichiarazione sostitutiva di atto notorio, sottoscritta dal legale rappresentante dell’ente, unitamente al documento di identità dello stesso (non autenticato), che attesta il possesso dei requisiti necessari all’iscrizione.

La trasmissione va effettuata:

  1. Alla Direzione Regionale delle Entrate competente per territorio, per gli enti del volontariato;
  2. All’ufficio del Coni territorialmente competente, per le associazioni sportive dilettantistiche.

La trasmissione può avvenire:

  1. A mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno;
  2. A mezzo pec.

 

Tabella di riepilogo

22 marzo 2013 Apertura della procedura di iscrizione
7 maggio 2013 Termine per l’iscrizione telematica all’Agenzia delle Entrate da parte degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche
14 maggio 2013 Pubblicazione elenchi provvisori dei soggetti ammessi al beneficio
20 maggio 2013 Termine per la presentazione delle istanze all’Agenzia delle entrate per la correzione di errori di iscrizione negli elenchi degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche
27 maggio 2013 Pubblicazione degli elenchi definitivi, depurati degli errori eventualmente comunicati entro il 20 maggio 2013
1° luglio 2013 Termine per l’invio delle dichiarazioni sostitutive all’Agenzia delle Entrate da parte degli enti del volontariato e al Coni da parte delle associazioni sportive dilettantistiche
30 settembre 2013 Termine per la regolarizzazione della domanda di iscrizione (previo versamento della sanzione di euro 258, tramite modello f24, codice tributo 8115) e/o delle successive integrazioni documentali

 

Un maggior approfondimento della tematica è contenuto nella rivista Non Profit Oggi del mese di Aprile.

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *