Come si richiede il codice fiscale per una associazione?

29 Jan , 13 Come si richiede il codice fiscale per una associazione?

Il codice fiscale, come per le persone fisiche, è l’elemento che identifica una associazione. Pertanto, perché l’associazione possa dirsi esistente agli effetti di legge, deve dotarsi di un codice fiscale, entro 30 gg dalla sua costituzione. Il codice fiscale, per i soggetti diversi dalle persone fisiche è formato da 11 caratteri numerici, di cui i primi 7 individuano il contribuente attraverso un numero progressivo, i successivi 3 sono il codice identificativo dell’ufficio, l’ultimo è un carattere di controllo. Per richiedere e ottenere il codice fiscale, il legale rappresentante dell’ente, o, in sua vece, un soggetto da questi delegato, deve recarsi all’Ufficio delle Entrate competente per territorio (in base alla sede legale dell’ente), e compilare il modello AA5/6 (se l’associazione non prevede di svolgere attività commerciale). Se la richiesta del c.f. non viene effettuata personalmente dal legale rappresentante, il delegato deve essere munito di delega scritta, assieme a copia del suo documento di identità e di quella del rappresentato. La compilazione del modello AA5/6 è piuttosto semplice, ma alcuni dati che vengono richiesti possono trarre in inganno.

Il QUADRO A non desta particolari preoccupazioni. Infatti richiede semplicemente la data di costituzione: è la data dell’atto costitutivo (barrate la casella 1 – Attribuzione del numero di codice fiscale).

 

 

Il QUADRO B richiede:

  1. Denominazione: è quella riportata nell’atto costitutivo ed è quella che vi identificherà assieme al c.f.
  2. Natura giuridica: un tasto dolente per le associazioni. Infatti la scelta è tra il codice 8) Associazioni riconosciute e il codice 12) Associazioni non riconosciute. Qual è la differenza? La differenza sta nel fatto che se l’ente ha chiesto e ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica in Prefettura o in Regione, deve utilizzare il codice 8). In caso contrario, l’associazione utilizzerà il codice 12). E di norma, in fase di prima richiesta del codice fiscale, è nel n. 12 che ricadrà la scelta.
  3. Data di approvazione del bilancio: dovete indicare il giorno e il mese entro il quale l’assemblea approverà il bilancio o rendiconto dell’associazione. Il dato lo trovate (o almeno dovreste trovarlo) nello statuto della vostra associazione.
  4. Codice attività e descrizione: dovete individuare, all’interno dell’elenco dei codici Ateco 2007, quello che meglio identifica l’attività della vostra associazione. Consultate le note esplicative dei codici Ateco 2007 elaborate dall’Istat. Se nessun codice è adatto a descrivere ciò che fate, potete indicare il 94.99.90 – Attività delle altre organizzazioni associative n.c.a.
  5. Sede legale: indicate i dati identificativi della sede dell’ente, ricordando che è lì che perverranno tutte le comunicazioni ufficiali.

 

Il QUADRO C identifica il rappresentante legale dell’associazione. Il codice carica da indicare è il codice 1 – Rappresentante legale. È colui che agisce in nome e per conto dell’ente e lo rappresenta in tutti gli atti, avendo potere di firma.

 

La SOTTOSCRIZIONE del modello va effettuata dal rappresentante legale, mentre se è stata delegata altra persona, va compilato il quadro inerente la DELEGA. Pertanto il modulo deve essere compilato dal presidente e la delega funge solo per la presentazione del modello agli uffici finanziari.

 

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *